SCIABOLA – Coppa del Mondo

E’ ancora grande Virtus in Coppa del Mondo assoluta. Nel ricco fine settimana dedicato alla sciabola, le due punte di diamante bianconere, Luigi Samele ed Olga Kharlan, hanno centrato nuovamente il podio nelle rispettive prove individuali: medaglia d’argento per il foggiano a Padova e bronzo per la campionessa ucraina ad Atene.

Un momento d’oro per i due top player virtussini, che senza indugio si presenteranno ai nastri di partenza alle prossime Olimpiadi parigine.

Samele ha centrato un podio di livello nello storico Trofeo Luxardo di Padova, mancando l’oro per una manciata di stoccate. Dopo le vittorie sul tedesco Szabo (15-11), il tunisino Ferjani (15-9) e lo spagnolo Madrigal in semifinale (15-13), l’atleta foggiano si è arreso nella finalissima al giovane e talentuoso statunitense Heathcock (15-12), mettendosi al collo una preziosa medaglia d’argento che lo proietta direttamente a Parigi2024.

Ancora una grande prova anche per Olga Kharlan, reduce dal successo della tappa di Lima. Ad Atene la fuoriclasse virtussina si è “accontentata” del bronzo, conquistato in una gara molto serrata in cui ha dimostrato grande sangue freddo.
Assalti molto combattuti fin dal principio: 15-14 alla francese Lusinier, 15-13 all’azera Kaspiarovich, ancora 15-13 alla statunitense Skarbonkiewicz. Poi il turno più agevole contro la giapponese Emura (15-8), prima della sconfitta di misura rimediata in semifinale dalla spagnola Martin-Portugues (15-14).

Alla fine, ennesimo podio stagionale per la Kharlan e volo diretto per Parigi. Per lei e per la squadra ucraina, allenata da Andrea Terenzio, splendide seconde alle spalle delle francesi.

Oltre agli exploit di Samele e Kharlan, ci sono da registrare le prove di altri virtussini. A Padova l’unico a raggiungere il tabellone principale è stato Francesco Bonsanto, che ha superato ben tre turni preliminari prima di fermarsi di fronte al georgiano Bazadze (15-14). Stop nelle qualificazioni invece per Christian Colautti  e Marco Mastrullo. Eliminato ai gironi il belga Jurre Devos.

Ad Atene, miglior priazzamenti per Giulia Arpino e Alina Komashchuk, sconfitte al primo turno del tabellone principale dopo aver superato le qualificazioni. L’italiana ha ceduto all’americana Tartakovski (15-11), l’ucraina all’ungherese Keszei (15-9).
Eliminate infine nei preliminari Olena Kravatska e Yulia Bakastova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Virtus 4 Ukraine

Contribuisci alla raccolta fondi organizzata da Virtus Scherma per il sostegno degli atleti ucraini.

IBAN: IT56V0103002400000006349327

Vuoi fare scherma a Roma?

Vedi anche:

Prenota la tua lezione di prova

"*" indica i campi obbligatori

GG slash MM slash AAAA
Privacy*
Privacy
* campi obbligatori

Sostieni la Virtus Scherma

News