SCIABOLA – Coppa del Mondo: Padova

La grande scherma internazionale ha infiammato le pedane del Tofeo Luxardo di Padova. La storica prova di Coppa del Mondo di sciabola – per la prima volta in versione Grand Prix per uomini e donne – ha visto al via numerosi atleti di Virtus Scherma Bologna, il cui gruppo Elite è ormai in pianta stabile nel giro della Nazionale maggiore.

In realtà si è trattato di un Luxardo in chiaro-scuro per i bianconeri, che, soprattutto in campo maschile, hanno pagato l’assenza della punta di diamante Gigi Samele, rimasto ai box perchè non al meglio. Risposte più concrete sono arivate invece dalle pedane femminili, con Olga Kharlan tornata a buoni livelli dopo un periodo di appannamento e la prova convincente di Giulia Arpino.

Tra gli uomini, Francesco Bonsanto (36°) è stato il migliore, grazie ad una fase a gironi perfetta che gli ha consentito di bypassare le qualificazioni. Il turno dei 64 è però stato subito fatale allo sciabolatore foggiano, che ha perso 15-12 dal tedesco Heathcock.

Eliminati ai preliminari tutti gli altri virtussini in pedana. Già al primo turno Matteo Neri, sconfitto di misura 15-14 dal giapponese Kokubo. Seconda eliminatoria fatale invece a Riccardo Nuccio e Alberto Arpino: dopo una buona fase a gironi, sono caduti rispettivamente contro l’ucraino Yagodka (15-7) e l’italiano Giovanni Repetti (15-10).
Stessa sorte per il rientrante Francesco D’Armiento – fresco vincitore della Coppa Italia – che dopo aver eliminato l’argentino Alitisz (15-9) ha perso di misura dal francese Bibi (15-13).

In campo femminile, si è rivista con il piglio giusto Olga Kharlan (11°), reduce da un periodo difficile extra-pedana. La campionessa ucraina ha centrato gli ottavi di finale, facendosi rimontare dalla coreana Jeon (15-14) per l’accesso ai quarti. In precedenza, vittorie sull’azzurra Ciaraglia (15-5) e sull’azera Bolshakova (15-12).

Al tabellone principale anche Giulia Arpino (26°), sconfitta nei sedicesimi di finale dalla connazionale Rossella Gregorio (15-9). In precedenza l’atleta romana aveva battuto la cinese Zhuang (15-11) e l’azzurra Michela Landi (15-9).

Sconfitta, invece, nella fase preliminare Zoe Baldo: alla prima vittoria sull’ungherese Laszlo (15-13) è seguira la sconfitta contro la francese Balzer (15-4).

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Virtus 4 Ukraine

Contribuisci alla raccolta fondi organizzata da Virtus Scherma per il sostegno degli atleti ucraini.

IBAN: IT56V0103002400000006349327

Vuoi fare scherma a Roma?

Vedi anche:

Prenota la tua lezione di prova

GG slash MM slash AAAA
Privacy*
Privacy
* campi obbligatori

Sostieni la Virtus Scherma

News