SCIABOLA: Coppa del Mondo: Madrid e Hammamet

Weekend di Coppa del Mondo per gli sciabolatori e le sciabolatrici del gruppo Elite di Virtus Scherma Bologna, impegnati rispettivamente a Madrid e Hammamet.

Folta, come al solito, la compagine maschile, guidata dal vicecampione olimpico Luigi Samele. Per il foggiano 18° posto finale nell’individuale, con un problema fisico che ne ha condizionato la gara non permettendogli di partecipare alla prova a squadre. Dopo il primo turno vincente contro l’iraniano Fotouhi (15-7), Samele ha perso il derby azzurro contro l’emergente Michele Gallo (15-6), lasciando anzitempo la competizione.

Stop al turno dei 32 anche per Matteo Neri (22°), passato indenne dalle forche caudine della fase preliminare grazie ad una perfetta serie di assalti ai gironi iniziali. Il talento virtussino ha poi battuto lo spagnolo Madrigal (15-13) prima di arrendersi, lottando, al forte statunitense Dershwitz (12-15).

Un gradino sotto Riccardo Nuccio e Alberto Arpino, fermati al primo turno del tabellone principale dopo un’ottima fase di qualificazione. Nuccio ha battuto in serie il rumeno Cidu (15-9), il francese Seitz (15-11) e l’americano Williams (15-10) prima di arrendersi di misura all’ostico sudcoreano Kim Junghwan (13-15). Arpino ha invece perso dall’iraniano Rahbari (10-15) dopo aver superato il giapponese Ishii (15-10) e il canadese Dinu (15-6).

Stop nella fase preliminare, infine, per Francesco Bonsanto, sconfitto dal sudcoreano Lim (10-15), e il rientrante Luca Fioretto, battuto dal francese Patrice (11-15).

Trasferta in Tunisia per le sciabolatrici bianconere, in particolare per Olga Kharlan e Zoe Marie Baldo. La campionessa ucraina (11°) ha raggiunto gli ottavi di finale, perdendo dall’ungherese Matis (11-15). In precedenza erano arrivate le vittorie sull’altra magiara Katona (15-6) e la turca Erbil (15-7).
Subito eliminata invece la Baldo, sconfitta nettamente dall’azera Kaspiarovich.

La tappa di Hammamet ha anche segnato l’esordio del maestro Andrea Terenzio come nuovo CT della Nazionale ucraina di sciabola femminile. Guidate dall’esperienza della fuoriclasse Kharlan e da un’ottima Bakastova (ottava nell’individuale), le ucraine hanno chiuso al 10° posto la gara a squadre.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Virtus 4 Ukraine

Contribuisci alla raccolta fondi organizzata da Virtus Scherma per il sostegno degli atleti ucraini.

IBAN: IT56V0103002400000006349327

Vuoi fare scherma a Roma?

Vedi anche:

Prenota la tua lezione di prova

"*" indica i campi obbligatori

GG slash MM slash AAAA
Privacy*
Privacy
* campi obbligatori

Sostieni la Virtus Scherma

News